Salento, tra oasi e mare cristallino, Relais Le Cesine attrae italiani e stranieri

Gabriella Poli – LECCE – L’Italia quest’anno risulta essere una delle mete preferite per le vacanze di italiani e stranieri. I recenti attacchi terroristici infatti hanno dissuaso molti europei a frequentare mete esotiche e i flussi turistici si stanno concentrando su luoghi nostrani. Fra queste mete italiane spicca il Salento che negli ultimi anni ha fatto un grande balzo in avanti grazie alle politiche turistiche di promozione del territorio che hanno saputo valorizzare le ricchezze e le bellezze che questa terra riserva. Una di queste meraviglie della natura è l’oasi naturale Le Cesine, riconosciuta riserva di interesse internazionale con la convenzione di Ramsar (Turchia) sin dal 1979. Continua a leggere “Salento, tra oasi e mare cristallino, Relais Le Cesine attrae italiani e stranieri”

Distretto Turistico degli Iblei: Ragusa capoluogo più “stellato” d’Italia per i prodotti agroalimentari di qualità e i ristoranti di eccellenza

Verona – Il territorio ibleo si riconferma una tra le food valley italiane più celebri, grazie all’altissima concentrazione di prodotti agroalimentari di qualità e di ristoranti di eccellenza. Un dato su tutti: la città di Ragusa, secondo i dati anticipati dal Censis, in rapporto alla dimensione demografica, con ben tre ristoranti nella guida Michelin 2017 è il capoluogo di provincia più «stellato» d’Italia. Continua a leggere “Distretto Turistico degli Iblei: Ragusa capoluogo più “stellato” d’Italia per i prodotti agroalimentari di qualità e i ristoranti di eccellenza”

Ostuni, in una grotta scavata dal mare dorme la mamma più antica del mondo

Gabriella Poli – Ostuni – Era bella, 20 anni, alta 1 metro e settanta e forte come una cacciatrice. Era diventata ancora più bella da quando aveva il suo piccolo nel ventre. Già otto mesi passati e fra poco avrebbe bussato alla vita. La ragazza però un giorno si addormentò sul fianco, la mano sul ventre a proteggere il piccolo, e non si svegliò mai più. Continua a leggere “Ostuni, in una grotta scavata dal mare dorme la mamma più antica del mondo”

Pasqua e Pasquetta nel Salento al Grand Hotel Riviera

Gabriella Poli – Santa Maria al Bagno – Mare, cultura e natura. Pasqua nel Salento ha i colori magici del mare e del verde dei parchi. E si torna a casa dopo aver imparato a preparare un piatto tipico salentino da far degustare, al ritorno, a parenti e amici con la guida dell’eccezionale chef del Cloe Restaurant, Antonella Montanaro. Continua a leggere “Pasqua e Pasquetta nel Salento al Grand Hotel Riviera”

Al Via oggi Be Nordic 2017. Fino a domenica all’UniCredit Pavilion di Milano

Gabriella Poli – Milano –  Aurore boreali, corse in slitta sui laghi ghiacciati, crociere nei fiordi, i cieli più tersi che si possano mai immaginare. Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia sono nuovamente insieme per la quarta edizione di Be Nordic. Nella meravigliosa cornice dell’UniCredit Pavilion, Be Nordic ospita da oggi 24 marzo a domenica 26 eventi, workshop ed esperienze rigorosamente nordiche portando i visitatori, grandi e piccoli, in viaggio verso le meravigliose mete del nord. Continua a leggere “Al Via oggi Be Nordic 2017. Fino a domenica all’UniCredit Pavilion di Milano”

Sulle orme del Barocco: in Repubblica Ceca un 2017 sfarzoso

Cechia, Gabriella Poli – Destinazione d’eccellenza per un turismo storico-culturale, che sul suo suolo trova infiniti spunti, la Cechia quest’anno punta i riflettori sullo splendido stile che nel XVII secolo fece fiorire architettura, pittura, scultura e musica. Un viaggio nella storia e nel Bello, che conduce tra le testimonianze di una fiera rinascita dalla distruzione e dalla desolazione lasciate dalla Guerra dei Trent’anni. Continua a leggere “Sulle orme del Barocco: in Repubblica Ceca un 2017 sfarzoso”

“Mediterraneo in chiaroscuro. Ribera, Stomer e Mattia Preti da Malta a Roma” Quando Malta scoprì il barocco romano grazie ai Templari

Gabriella Poli – Roma – Una mostra a Palazzo Barberini celebra l’avvio del semestre di Presidenza Maltese al Consiglio dell’Unione Europea. In Italia alcuni capolavori provenienti dal MUŻA – Mużew Nazzjonali tal-Arti di Valletta. In mostra diciotto dipinti che riprendono l’intensa relazione storica e artistica intercorsa tra l’Italia e Malta a partire dal Seicento, quando prima Caravaggio e poi Mattia Preti si trasferirono sull’isola come cavalieri dell’ordine di San Giovanni (Caravaggio dal 1606 al 1608, Preti per lunghissimi periodi dal 1661 e vi morì nel 1699), favorendo la progressiva apertura di Malta allo stile e alle novità del Barocco romano.

Continua a leggere ““Mediterraneo in chiaroscuro. Ribera, Stomer e Mattia Preti da Malta a Roma” Quando Malta scoprì il barocco romano grazie ai Templari”